Bologna, De Leo: “Con l’Udinese faremo valere il nostro valore tecnico”

Bologna, De Leo: “Con l’Udinese faremo valere il nostro valore tecnico”

Presente in conferenza stampa anche Angelo Da Costa, oltre a De Leo e Tanjga

di Redazione

Presente in conferenza stampa anche Angelo Da Costa, oltre a De Leo e Tanjga.

Domanda per Da Costa sul cambio di mentalità dall’arrivo di Mihajlovic: “Da quando è arrivato, lavorare sulla mentalità è stato il primo step del lavoro di Sinisa. Ci ha dato forza e consapevolezza nei nostri mezzi. Ora andiamo a giocarcela con tutti. Sappiamo di poter affrontare chiunque e di giocarcela con chiunque. Ora ci dà fastidio anche perdere un punto contro la Roma, è molto bello giocare con questa mentalità e questa voglia. Abbiamo rispetto per tutti, ma non temiamo nessuno”

Con l’Udinese si prevede una partita molto fisica. Rispondono Tanjga e De LeoDe Leo: “Sicuramente l’Udinese è una squadra con caratteristiche fisiche importanti. Noi non dobbiamo però scomporci e fare quello che facciamo ogni volta. Andare là e giocare a viso aperto, imporre il nostro gioco senza paura. Dovremo far valere il nostro valore tecnico”

Tanjga: “Se fossimo su di un ring forse potremmo avere paura. Andiamo là a fare il nostro gioco, senza paura. Fisicamente siamo tra le squadre più preparate del campionato. Non ci preoccupa se una squadra sposta l’incontro sul lato fisico, possiamo imporci ugualmente”

Tanjga su Santander: “Sta lavorando molto bene in allenamento. Anche in campo ha fatto bene quando è entrato. Sicuramente è sempre candidato per una maglia. Per fortuna abbiamo diverse opzioni in avanti, tutte quante valide”

Domanda a De Leo e Tanjga sul turnover e su Krejci: “Non penso sia obbligatorio fare un turnover. Se i giocatori stanno bene possiamo continuare a farli giocare. Krejci ha mostrato di avere migliorato molto le sue lacune difensive. Sta crescendo molto come terzino. Il mister è contento della prestazione”

Tanjga aggiunge: “Penso che un paio di cambi ci potranno essere. Ma non parlo di turnover necessario. A Genova i giocatori hanno dimostrato di stare bene, di avere gamba. Non siamo preoccupati per la loro condizione. Krejci? Molto disciplinato con il Genoa, al mister è piaciuto. Senza dubbio una buona prestazione”

Domanda a Tanjga su Danilo: “Non è ancora al 100 per cento però sarà convocato. Vedremo cosa succederà nell’allenamento di oggi. Non escludo la sua partenza da titolare”

Rispondono Tanjga e De Leo alla statistica degli expected goals e alla mancata realizzazione di molte occasioni.

De Leo: “Siamo molto contenti del nostro reparto offensivo. I movimenti dei nostri attaccanti sono a volte molto dispendiosi, ci può stare una mancanza di lucidità sotto porta. Andando avanti così ci sbloccheremo e saremo più cinici sotto porta. La cosa che preoccupa è l’atteggiamento. Con la Roma la preoccupazione era il non aver giocato a viso aperto, non la mancanza di gol. Quelli continuando così arriveranno”

Domanda a tutto il terzetto sul rigore di Sansone. Risponde De Leo per primo: “Abbiamo parlato tranquillamente con il giocatore. Non demonizziamo per errori tecnici. Nicola sa per primo di aver sbagliato. L’unica cosa che ha rimarcato Sinisa è la mancanza di coraggio in determinate situazioni. Per assurdo quindi la scelta del cucchiaio poteva essere incentivata”

Continua Da Costa: “Nicola è un ragazzo con la testa sulle spalle. Sa bene di aver sbagliato. Ieri in allenamento noi portieri abbiamo parlato con i rigoristi dando loro consigli su dove è più difficile parare. Non entriamo nel dettaglio però c’è stato un ottimo scambio di opinioni. Nicola si rifarà”

Tanjga: “La linea dell’eroismo è sottile. A volte si vince, altre si perde. Lui questa volta ha perso. Un rigore così io l’avrei tirato solo sul 3-0 a 5 minuti dalla fine. Non si fa alla quinta giornata. Un peccato non aver sfruttato l’occasione e aver lasciato i punti per strada”

 

FONTE Tuttobolognaweb.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy