Caso Balotelli, Lopez: “Ognuno è padrone del proprio destino”

Il tecnico del Brescia non nasconde la propria delusione per il comportamento ritenuto superficiale tenuto dal giocatore

di Redazione

Sul caso Balotelli Diego Lopez non ci gira troppo intorno: “Nella vita contano i fatti, non le parole. Siamo quello che facciamo, non quello che diciamo o che scriviamo. La verità qui è una sola: la squadra ha preso una strada, Mario un’altra”. Il tecnico del Brescia, al suo arrivo, gli aveva anche dato la fascia di capitano. “Pensavo che giocando nella sua città potesse dare tanto – racconta al ‘Corriere della Sera’ – Aveva tanto da dare, ma doveva fare di più, molto di più. I fatti sono questi. Quindi è normale che sia deluso. Per Mario mi sono speso molto, ma da lui pretendevo e pretendo altrettanto. Cosa non ha funzionato? Io credo che ognuno sia padrone del proprio destino, ma non a parole. Con i gesti. Mario si allena da solo perché i suoi compagni hanno fatto un percorso che lui non ha fatto. Era facoltativo, va bene, ma il gruppo ha preso una strada e lui un’altra. Su Zoom, durante la quarantena, non si è fatto vedere. Anche se lui dice di stare bene, non è al livello dei compagni. Ora deve recuperare, punto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy