Contratti e prestiti giocatori, la FIFA suggerisce di prolungare le scadenze

La priorità è di “far completare la stagione alle squadre per mantenere regolare l’andamento del campionato”

di Redazione

Attraverso un documento di 27 pagine FIFA Covid-19 FAQ, il massimo organo del calcio ha provato a dare ai club un orientamento, non vincolante, sulla questione dei contratti e dei prestiti in scadenza al 30 giugno, in attesa di una riunione in programma lunedì con i club, le leghe e i calciatori, dalla quale con ogni probabilità uscirà un documento ufficiale.

La FIFA non ha alcuna autorità per prolungare o modificare unilateralmente i termini e le condizioni già stabilite”, si legge nel documento, ma “crede fortemente che per sia importante muoversi collettivamente e suggerisce di prolungare le varie scadenze per rispettare tutte le parti in campo”.

Qualora l’accordo non si trovasse, il giocatore rientrerà alla base, ma non potrà essere impiegato dal club. La priorità è di “far completare la stagione alle squadre per mantenere regolare l’andamento del campionato, tutti i club sono incoraggiati a trovare un accordo per posticipare la scadenza del contratto”.

Le società che chiudono i conti al 30 giugno non hanno però ancora indicazioni chiare su quale bilancio far ricadere eventuali prolungamenti dei prestiti.

Sulle possibili rinegoziazioni invece, un trasferimento già concordato potrà essere rivisto nei suoi termini economici solo se tutte le parti coinvolte daranno il benestare.
FONTE Cacioefinanza.it
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy