FIGC, Gravina sulla quarantena: “Con l’ok del Cts il provvedimento sarà veloce”

Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina ha parlato in occasione dei 50 anni dalla vittoria contro la Germania, della finale di Coppa Italia e della questione quarantena leggera

di Redazione

Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina ha parlato in occasione della finale di Coppa Italia tra Juventus e Napoli che coincide con la ricorrenza dei 50 anni della partita vinta dall’Italia contro la Germania  ai mondiali del 1970 in semifinale. Il numero uno della federazione ha parlato anche della questione relativa alla quarantena e delle decisioni del Cts in merito. Queste le sue parole ai microfoni di Sky Sport:

Ricorrenza dei 50 anni di Italia-Germania 4-3, nel giorno della finale di Coppa Italia
Ce ne sono state diverse di ricorrenze. Anche la prima semifinale di Coppa Italia il 12 giugno cadeva nel giorno in cui si sarebbe dovuto inaugurare l’Europeo. Mi auguro che questo mezzo secolo da celebrare sia di buon auspicio per tutto il calcio italiano“.

Roberto Mancini e il suo lavoro con i giovani come Valcareggi a fine anni ’60?
Mi auguro che con Mancini si possa ripetere quanto fatto da Valcareggi. Serve una spinta al nostro movimento attraverso un trofeo costruito sui giovani. Sarebbe importantissimo“.

Quarantena soft, quali sono i tempi?
Ritengo che il lavoro fatto con il CTS sia un risultato straordinario con la Quarantena soft che è comunque una quarantena controllata. Sono convinto che avendo avuto l’ok del CTS possa essere un provvedimento di veloce attuazione“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy