Genoa, Preziosi: “Come posso far giocare la squadra? Mando in campo la Primavera?”

Il presidente del Genoa, Enrico Preziosi ha parlato della situazione relativa ai numerosi contagi della squadra ligure con 14 positivi al Covid-19

di Redazione

Il presidente del Genoa, Enrico Preziosi ha parlato della situazione relativa alla positività al Covid-19 di 14 elementi della squadra tra calciatori e staff. Queste le sue parole al Corriere della Sera: “Sono dispiaciuto e mortificato. Di certo non mi aspettavo di dover gestire una situazione simile, siamo sempre stati attenti e scrupolosi nell’applicazione delle norme. Qualcuno ha la febbre, ma complessivamente la situazione è sotto controllo. Piuttosto sono addolorato per i giocatori del Napoli con cui abbiamo giocato domenica scorsa: mi auguro che non emergano tra loro positività al tampone. Forse con il senno di poi avremmo dovuto sospendere già quella partita”.

Sulla decisione di fermare il campionato
“Sappiamo che sopra ogni cosa esiste la regola del buon senso e che in queste condizioni la partita non si può giocare. Anche perché ai più sinora è sfuggito un aspetto che reputo invece fondamentale: a parte l’elevato numero di giocatori del Genoa positivi, noi non possiamo neppure allenarci con quanti sono invece negativi. Vedremo poi di trovare una data del recupero che possa stare bene a tutti. Come posso far giocare la mia squadra? Chi mando in campo, la Primavera?”.

La positività di Perin e Schone ha condizionato la squadra nella gara contro il Napoli
“Certo. Sono stati tutti svegli fino alle 2, in apprensione, per l’esito dei tamponi. Ci ha condizionati, come poi si è visto in campo. Come fai a non essere in ansia?. Sono stra-preoccupatoGià abbiamo subìto perdite economiche devastanti, episodi come questo possono incidere anche sul corso della stagione. Io ho la squadra falcidiata dal virus, ma ritengo che se ci sono le condizioni resta sempre preferibile giocare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy