Gravina: “Ripartenza fondamentale perché il calcio è un fenomeno sociale”

Gravina: “Ripartenza fondamentale perché il calcio è un fenomeno sociale”

Le parole del presidente della FIGC: “E’ il primo passo per sviluppare una nuova cultura sportiva”

di Redazione

“La mia ostinazione e determinazione nel cercare la ripartenza è stata mossa dal fatto che il calcio è un movimento che ha sì una dimensione economica rilevante all’interno del nostro Paese, ma è un fenomeno sociale”. Così il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, intervenuto nel corso della Festa nazionale dell’unità organizzata dal Pd che si sta svolgendo a Modena, parlando della ripresa del calcio dopo il lockdown. “Avevamo una responsabilità in quel momento, abbiamo 1 milione e 300 mila tesserati. Tanti ragazzi, tanti giovani erano tutti in attesa di poter affrontare con voglia e speranza un momento difficile, il più difficile dal dopoguerra. E’ stato il momento di riordinare le idee e concentrare le energie degli italiani che seguono questo sport. Quando c’è una partita della Nazionale raggiungiamo numeri significativi. Il calcio in alcune situazioni rappresenta un momento di sollievo, allegria e aggregazione sociale. Questo è ciò che dobbiamo portare avanti. E’ il primo passo per sviluppare una nuova cultura sportiva”, le parole di Gravina.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy