Inter, Sanchez rischia un lungo stop

Inter, Sanchez rischia un lungo stop

Alexis è rientrato solo ieri pomeriggio, il c.t. spaventa: «Potrebbe operarsi» Nel caso, niente Mondiale per Esposito

di Redazione

Dopo l’aggiornamento ufficiale di domenica apparso sul sito della federazione cilena in cui si parlava di «lussazione dei tendini peronieri della caviglia sinistra» – quella che aveva già creato diversi problemi nell’ultima parte dell’avventura al Manchester United -, ieri è arrivato un ulteriore aggiornamento da parte del c.t. Reinaldo Rueda su Sanchez. E le parole del tecnico sono un cazzotto all’ottimismo che sta accompagnando l’Inter in queste ore, perché Rueda ha aperto addirittura a un possibile intervento chirurgico: «Potrebbe finire sotto i ferri – ha detto il c.t. alla vigilia del test contro la Guinea -. La decisione spetterà all’Inter, che è il suo club. Potremmo perderlo per due o tre mesi, è un peccato perché era tornato a giocare nell’Inter, aveva segnato due gol, ha giocato in Champions. Era felice e super motivato. Ora dobbiamo aspettare queste ore cruciali. Sarà l’Inter a decidere, noi vedremo che accadrà». E intanto sui social è attacco allo juventino Cuadrado, autore del fallo su Alexis.

Esposito in attesa

Sanchez è atteso in mattinata all’Humanitas per la risonanza che dovrà chiarire l’entità del danno: se il danno fosse grave, tanto da dover ricorrere all’intervento chirurgico, allora i tempi di recupero sarebbero da stimare in mesi e non in settimane e costringerebbero l’Inter a bloccare Esposito in chiave Mondiale U17. Il 17enne sarebbe la quarta punta imprescindibile in vista del ciclo di 7 gare in 21 giorni: Conte potrebbe aver bisogno anche di lui.

Dalla Gazzetta dello Sport

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy