Italia, Mancini: “Le tante partite compresse mi preoccupano un po’”

Il Ct dell’Italia, Roberto Mancini ha parlato della ripresa del campionato di Serie A

di Redazione

Il Commissario Tecnico della nazionale italiana, Roberto Mancini ha parlato della ripartenza del calcio italiano. Queste le sue parole ai microfoni di Gazzetta.it: “Venivamo da una buonissima situazione, da una striscia di partite vinte, sulle ali dell’entusiasmo. Ma bisogna fare di necessità virtù. I nostri ragazzi fra 12 mesi avranno più esperienza e saranno molto più scaltri. Dall’altro lato ci saranno più difficoltà perché il tempo sarà poco e dovranno giocare tante partite. Avremo tantissime partite e ancora dobbiamo capire per bene. Avremo giocatori che finiranno ai primi di agosto, altri alla fine e verranno al raduno subito dopo. Avremo molti più giocatori nelle convocazioni rispetto ai soliti e questo ci darà l’opportunità di essere più attenti ai ragazzi“.

Stagione compressa, è preoccupato?
Indicazioni utili ce ne saranno. La stagione sarà molto compressa e quindi dovremo fare attenzione ai ragazzi proprio fisicamente. Dobbiamo arrivare a poco prima degli Europei e avere la possibilità di una scelta ampia, con i giocatori in forma e senza infortuni. Da un lato un po’ mi preoccupa ma quando avremo le date cercheremo di trovare le soluzioni migliori“.

Cosa si aspetta da questo particolare finale di stagione?
Credo che all’inizio ci sarà un po’ di difficoltà da parte di tutti perché molti giocatori non saranno al massimo della condizione. La speranza è vedere che i giocatori entrino in forma col passare delle partite. Il ritmo all’inizio non sarà come sempre, poi sarà anche un po’ più caldo. Un po’ di problemi ce ne saranno però spero di vedere un buon calcio“.

Molti club punteranno sui giovani italiani?
Questo mi fa molto piacere. Vuol dire che i giovani che giocano in Nazionale sono di grande qualità che possono avere un grande futuro, sia in Nazionale che nei grandi club. La strada è quella giusta anche per i club. In Italia i giocatori sono sempre nati e sono sempre stati bravi“.

Lotta scudetto
La Juve ha la rosa migliore. La Lazio viveva su un grande calcio che stava facendo. Sarà una bella lotta. Vedendo il campionato in Germania, il fattore campo senza tifosi è saltato e ci sarà da divertirsi perchè nelle prime partite ci sarà da divertirsi. Sarà una bella lotta fino alla fine“.

Si aspetta risultati a sorpresa?
Ci saranno dei risultati a sorpresa perché un conto è giocare col pubblico che a volte ti trascina, un conto è senza nessuno“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy