Juventus, Pjanic: “A Udine con umiltà e concentrazione”

Il centrocampista bosniaco sta crescendo nelle ultime settimane: “Sento di essere diventato un giocatore importante. Obiettivo? Vogliamo conquistare i tre punti domenica per tenere le distanze dalla inseguitrici”

di Redazione

Fino a poche settimane fa era considerato il “flop” della campagna acquisti della Juventus. Invece, dopo un girone di andata altalenante, Miralem Pjanic ha dimostrato di essere il giocatore giusto per l’undici di Massimiliano Allegri e i numeri lo confermano: otto le reti messe a segno, cinque gli assist che hanno accompagnato i compagni di squadra al gol.

«Da quando sono arrivato – ha raccontato ai microfoni di Sky e Mediaset – ho imparato molto. I primi mesi sono stati di adattamento, ai nuovi compagni, al sistema di gioco, alle richieste del mister… Mi è servito un po’ di tempo per entrare nei meccanismi, ma credo sia normale. Ora stiamo giocando con il 4-2-3-1 e stiamo facendo bene, costruiamo molto e subiamo poco. Dietro di me ho giocatori di grande esperienza e di fianco e davanti ci sono compagni di spessore e di qualità. A inizio anno facevamo più fatica a sviluppare il nostro gioco, mentre adesso ci capiamo al volo. Siamo giocatori intelligenti e abbiamo imparato a conoscerci. Ora avverto la fiducia di tutti, ho capito i movimenti da fare e sento di essere diventato un giocatore importante».

L’obiettivo di Pjanic & compagni ora è solo uno: conquistare il sesto scudetto consecutivo. E il prossimo turno di campionato potrebbe essere decisivo, considerato che le inseguitrici Roma e Napoli si affronteranno domani pomeriggio allo stadio Olimpico. «Sono due ottime squadre – prosegue il bosniaco -, che giocano un bel calcio e credo sarà una bella partita. Per noi però è molto più importante la gara di Udine, dove andremo con umiltà, concentrazione e con la volontà di prendere i tre punti per tenere le inseguitrici alla stessa distanza».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy