Razzismo, il Cagliari vieta a vita il Sardegna Arena a tre tifosi

Razzismo, il Cagliari vieta a vita il Sardegna Arena a tre tifosi

Il presidente del Cagliari Tommaso Giulini ha punito tre sostenitori rossoblù che negli ultimi mesi si sono resi protagonisti di cori razzisti

di Redazione

Dopo gli approfonditi accertamenti dei rispettivi casi, il presidente del Cagliari Tommaso Giulini ha punito tre sostenitori rossoblù che negli ultimi mesi si sono resi protagonisti di cori razzisti. In una nota la società fa sapere di “avere emesso tre misure interdittive rivolte ad altrettante persone riconosciute e denunciate per aver rivolto a giocatori avversari parole discriminatorie e offensive di carattere razzista durante le gare disputate alla Sardegna Arena nel corso degli ultimi mesi. L’individuazione dei soggetti coinvolti, titolari di biglietto occasionale nei settori Distinti e Tribuna, è stata possibile grazie all’azione coordinata di steward e del personale preposto alla sicurezza interna del club. In ottemperanza al codice regolamentare in vigore, ma soprattutto a tutela dei tifosi del Cagliari, della città e di tutta la Sardegna, che in termini di accoglienza e rispetto non hanno certo bisogno di prendere lezioni, sono state irrogate sospensioni del gradimento perpetuo, che impediranno a chi si è macchiato di queste azioni deprecabili di entrare alla Sardegna Arena, per qualsiasi manifestazione, per sempre”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy