Rocchi: “Mi piacerebbe che l’arbitro venisse considerato una parte del gioco”

Rocchi: “Mi piacerebbe che l’arbitro venisse considerato una parte del gioco”

Gianluca Rocchi parla così nell’intervista rilasciata a Sky Sport 24, qualche giorno dopo l’ultima partita della sua carriera da arbitro

di Redazione

“Mi piacerebbe tantissimo che l’arbitro venisse considerato una parte del gioco, che lo si vedesse veramente con occhi diversi, perché ancora lo si vede come una figura esterna, e la cosa che mi lascia una grandissima soddisfazione dell’altra sera (alla fine di Juventus-Roma) è che io mi sono sentito in quel momento una parte del gioco vera, perché me l’hanno riconosciuto loro, e per questo mi sento di ringraziarli ancora”. Gianluca Rocchi parla così nell’intervista rilasciata a Sky Sport 24, qualche giorno dopo l’ultima partita della sua carriera da arbitro top: ovvero Juventus-Roma con le due squadre che dopo il triplice fischio gli hanno reso omaggio, così come hanno fratto tanti altri addetti ai lavori che gli hanno inviato “tantissimi messaggi. Sono rimasto veramente sorpreso, mi hanno scritto da Malagò a Gravina, ovviamente i vertici arbitrali, ma anche giovani arbitri con cui mi sono allenato o che non conoscevo, si sono fatti dare il numero da qualche collega. E’ stato trasversale e molto bello, vuol dire che c’è stato un ringraziamento per quello che ho fatto sul terreno di gioco”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy