Roma, Fonseca: “La squadra dovrà fare una gara con la stessa motivazione dell’andata”

Il tecnico giallorosso ha parlato alla vigilia del match contro l’Udinese

di Redazione

Il tecnico giallorosso ha parlato alla vigilia del match contro l’Udinese.

Gli infortunati e le scelte per  la partita. “Zaniolo si è allenato soltanto due giorni con noi, è un processo lungo, non è pronto adesso per essere convocato. Su Villar: vediamo domani, è pronto. L’esclusione di Under? Strategia delle partite, condizione del giocatore. E’ solo una questione di opzioni, ma come ho detto sempre, in questo momento abbiamo bisogno di tutti i giocatori e tutti possono giocare. Penso a Smalling solo per domani. Domani è pronto per giocare e giocherà. Mkhitaryan? Devo confessare che è un dubbio che ho per questa partita. Perché non è facile per un giocatore adesso fare tre partite di fila, con poco tempo di recupero, ma vediamo domani. Ho questo dubbio per domani: se Mkhitaryan giocherà o no. Non possiamo dimenticare che dopo due giorni giochiamo a Napoli. Pau Lopez? Si sta allenando con noi, ma non è pronto per giocare domani. Per questo giocherà Mirante, che ha fatto due buone partite”.

Sulla partita di domani. “Sono momenti diversi. La partita che abbiamo fatto ad Udine e questa, ma l’ambizione deve essere la stessa. La squadra dovrà fare una gara domani con la stessa motivazione dell’andata. Capisco che i risultati non sono come ci aspettavamo, ma penso che rispetto all’inizio della stagione la squadra è cresciuta. Ciò che è importante è che la squadra abbia un’identità. È cresciuto il nostro modo di giocare e di pensare. Ovviamente dobbiamo avere altri risultati. Non è tempo di pensare al futuro. Il futuro è domani, la partita contro l’Udinese. Non è il momento di fare bilanci adesso. Dobbiamo pensare partita dopo partita, provare a vincere domani e poi pensare al Napoli. Chi pensa che il nostro campionato sia finito sbaglia, perché continuiamo con le stesse ambizioni. Io ho risposto a questo nelle altre domande. Domani è la partita più importante per noi, dopo sarà Napoli. Ma non pensiamo più a quello che può succedere. Rimaniamo qui con fiducia e con l’ambizione di vincere.

È importante stare bene fisicamente per avere una buona risposta durante la partita, per me è facile da capire. Come si recupera l’idea di calcio dell’andata. Lavorando. Credo che domani la squadra giocherà come all’andata. Sono fiducioso che la squadra farà una buona partita”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy