San Siro, il terzo anello trema

San Siro, il terzo anello trema

Lo Stadio San Siro è sotto osservazione a causa di ondulazioni sospette rilevate nel corso della partita Inter-Atalanta del 7 aprile, con movimenti fino a cinque centimetri, ma dalle verifiche effettuate il Comune ribadisce che il terzo anello non ha problemi strutturali e il fatto che sotto certe sollecitazioni vibri e ondeggi non è affatto un’anomalia.

di Redazione

Come riportato dal Corriere della Sera, lo Stadio San Siro è sotto osservazione a causa di ondulazioni sospette. Le oscillazioni anomale sono state rilevate nel corso della partita Inter-Atalanta del 7 aprile, con movimenti fino a cinque centimetri.

Il terzo anello, secondo tutte le verifiche del Comune (proprietario di San Siro) non ha problemi strutturali e il fatto che sotto certe sollecitazioni vibri e ondeggi non è affatto un’anomalia. È un fenomeno normale che si monitora dal 2003, da quando cioè tali oscillazioni erano state già avvertite nel corso dei due concerti di Vasco Rossi.

La Commissione di vigilanza del Comune ha ribadito quanto riportato nelle sue precedenti ispezioni: a determinate frequenze la struttura oscilla. Tocca ai gestori dello stadio cioè Milan e Inter,capire quali sono gli eventi che possono provocare le sollecitazioni maggiori.

In realtà il terzo anello è quasi sempre vuoto ed è destinato alle tifoserie ospiti, viene aperto solo quando ci sono incontri importanti.

Il timore è che in caso di movimenti sensibili qualcuno nella folla  possa spaventarsi finendo per diffondere il panico. Ecco perché mercoledì quando San Siro ospiterà Milan-Lazio per la semifinale di Coppa Italia – evento per cui ci si attende un pubblico numeroso – il Milan si atterrà a quanto disporrà la commissione di vigilanza.

D

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy