Serie A: al botteghino in fumo 90 milioni di euro. L’Udinese dice addio a quasi 2 mln

I bianconeri si posizionano a metà della classifica dei “botteghini piangenti”, seppur ben lontana dalla capolista Juventus che di milioni ne perde più di 20

di Redazione

Dopo la Bundesliga che ha già riaperto i battenti da 2 settimane, Serie A, Premier League e Liga spagnola puntano con la ripresa a evitare perdite per ulteriori 2 miliardi che i club europei sarebbero costretti a sopportare in caso di chiusura anticipata.

Ma la ripresa a porte chiuse non scongiurerà i danni per i mancati introiti da botteghino che  Il Corriere dello Sport stima in 90 milioni di euro per la Serie A. Sono precisamente 85.948.990 i danni per 19 società di Serie A a cui vanno aggiunti quelli del Brescia che non dà comunicazione dei propri incassi. L’Udinese vede così sfumare quasi 2 milioni di euro posizionandosi a metà della classifica dei “botteghini piangenti”, seppur ben lontana dalla capolista Juventus che di milioni ne perde più di 20. Non a caso è stato proprio il presidente Agnelli a suggerire una parziale riapertura degli stadi – situazione sanitaria permettendo – così come sta già succedendo in altri paesi come Ungheria e Polonia.

Questa la classifica in euro dei mancati incassi al botteghino:

Juventus 20.147.136
Inter 17.500.000
Milan 11.800.000
Roma 6.000.000
Napoli 3.811.722
Fiorentina 3.356.034
Atalanta 3.248.088
Lazio 3.125.000
Torino 2.473.548
Bologna 2.151.462
Udinese 1.920.000
Parma 1.680.000
Spal 1.540.000
Verona 1.351.000
Genoa 1.225.000
Lecce 1.200.000
Cagliari 1.200.000 dati non uff. non comprende quota abb.
Sampdoria 1.170.000
Sassuolo 1.050.000
Brescia  – dati non pervenuti

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy