Serie A, cambio orari: ipotesi in stallo

L’idea di anticipare le sfide restanti non trova tutte le parti d’accordo, è probabile che tutto resti com’è

di Redazione

Come riportato da Repubblica, attualmente il tema del cambio degli orari per il calcio d’inizio delle sfide di Serie A da qui a fine stagione vive una situazione di stallo, ed è poco probabile che si riesca a trovare una soluzione: .

L’idea era quella di anticipare le sfide rimaste, portando indietro gli orari di circa mezz’ora. In questo modo le sfide sarebbero state disputate alle 21.15, alle 19 e alle 16.45, mantenendo le 2 ore e 15 di distanza tra l’inizio di una gara e l’altra. Indubbiamente le 21.45 – ultimo dei tre orari di inizio degli incontri – sono penalizzanti, per i tifosi e anche per le tv che a notte fonda vedono diminuire sensibilmente gli ascolti, ma il sindacato dei calciatori  lamenta le alte temperature del pomeriggio a cui sarebbero costretti i giocatori soprattutto nel primo slot delle gare. L’amministratore delegato della Serie A, Luigi De Siervo, farà un altro tentativo in giornata. Ma forse resterà tutto come adesso sino al 2 agosto, quando si chiuderà questa stagione.

 

FONTE Calcioefinanza.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy