Serie A, dubbi sul protocollo, aumenta il fronte degli scettici: alcuni ritiri potrebbero saltare

Non solo l’Udinese, ma anche diversi altri club di Serie A avrebbero espresso forti dubbi riguardo il protocollo Figc per la ripresa degli allenamenti di squadra da lunedì

di Redazione

Non solo l’Udinese, ma anche diversi altri club di Serie A avrebbero espresso forti dubbi riguardo il protocollo Figc per la ripresa degli allenamenti di squadra da lunedì.

Come riporta la Gazzetta dello Sport, oltre ai bianconeri ci sarebbero anche l’Inter, Milan, Napoli, Cagliari, Verona, Atalanta, Sampdoria e Genoa.

Le perplessità vertono sulle difficoltà logistiche legate al ritiro in clausura in hotel o nei centri sportivi, oltre alla gestione e alle responsabilità e conseguenze legato ad un contagio.

 “Se non cambia il protocollo, e si riduce la quarantena ad sola una settimana per contagiato ed esami medici per gli altri che in caso di negatività possano continuare a giocare, sarà impossibile portare a termine il campionato” scrive La Repubblica.

Molti club lo considerano inapplicabile e, se non dovesse essere rivisto, i club potrebbero anche decidere di non cominciare il ritiro così come ha fatto intendere l’Inter.

Un protocollo le cui norme sono “inapplicabili e poco sensate” ha commentato l’ad nerazzurro Beppe Marotta a Repubblica e siccome non è obbligatorio, l’Inter non andrà in ritiro e proseguirà con gli allenamenti individuali, a meno non venga cambiato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy