Serie A, Lombardia a rischio per la ripresa. Attenzione alle alternative

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana potrebbe non autorizzare lo svolgimento delle gare qualora i dati del virus saranno ancora molto differenti rispetto al resto d’Italia. La Lega ha pronto il piano B

di Redazione

La Serie A è pronta a ripartire, i dati relativi al virus lasciano ben sperare vista la curva discendente. Quello che preoccupa è ovviamente la situazione relativa ai vari casi positivi che i club di Serie A contano. Ma c’è una regione che preoccupa molto per la ripresa, ovvero quella più colpita dal COVID-19, la Lombardia. Secondo quanto riporta Il Corriere dello Sport infatti, qualora il dato del virus dovesse essere a ancora così impari, tra la Lombardia e il resto d’Italia, il governatore Attilio Fontana potrebbe non autorizzare lo svolgimento delle gare all’interno della regione stessa. Questo vorrebbe dire che: Inter, Milan, Atalanta e Brescia dovrebbero trovare una sistemazione differente per le gare casalinghe. La Lega Serie  A per ovviare a questa ipotesi, avrebbe già individuato 5-6 stadi nel centro sud adibiti a gare di Serie B, utilizzabili per i club del massimo campionato nazionale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy