Serie A, Spadafora: “Il 28 maggio saremo in grado di decidere la data dell’eventuale ripresa”

Previsto pewr quella data un vertice tra Governo Figc e Lega per analizzare i dati dell’emergenza sanitaria e poter quindi decidere in merito alla ripresa

di Redazione

Il ministro dello sport italiano Vincenzo Spadafora ha parlato ai microfoni di Rai 2 nel corso del TG Sport: “L’ok del CTS agli allenamenti di gruppo è un’ottima notizia, sono state fatte alcune valutazioni e la FIGC è stata disponibile a rivedere la sua prima proposta. Ci sono anche dei chiarimenti sul tema della quarantena e dell’isolamento dei positivi. Viene ribadita l’importanza che la questione tamponi rivolta ai giocatori non vada ad incidere sul fabbisogno delle persone: non ci sarà dunque un auto-isolamento iniziale delle squadra. La situazione italiana oggi ci permette di rivedere le regole in senso migliorativo. La ripresa del campionato di Serie A? Ho convocato poco fa una riunione per il 28 maggio alle 15 con il presidente Gravina e il presidente Dal Pino perché credo che giovedì saremo nelle condizioni di avere i dati dell’emergenza sanitaria in Italia per decidere insieme al Governo la data della ripresa del campionato, se e quando ripartirà. 

L’ipotesi di playoff e playout? Il format lo decidono le federazioni: la cosa importante è che, se il campionato riprende, va finito. Chiudere come in Francia? Sarebbe stata la scelta d’impulso da fare in un momento in cui contavamo i morti. Io ho reagito con durezza perché tre settimane fa mi chiedevano la certezza di una data per tornare a giocare e l’ho trovato vergognoso, perché non c’era cognizione del momento che stavamo vivendo. Non c’era motivazione, quando si dice che il calcio è una grande industria è ovvio ma tutte le grandi industrie sono state ferme in questo periodo. Ora che sta ripartendo tutto il paese è giusto che anche il calcio riparta, è ovvio che debba essere così. Questa idea che io possa essere contro il calcio la trovavo all’inizio fastidiosa, ora solo divertente visto quanto stiamo facendo per tutto il mondo dello sport”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy