Serie A, stadi aperti ma non troppo

Già nei prossimi giorni potrebbe comparire sul tavolo della Lega o del Consiglio federale il tema della riapertura parziale degli stadi

di Redazione

Già nei prossimi giorni potrebbe comparire sul tavolo della Lega o del Consiglio federale il tema della riapertura parziale degli stadi. L’idea è partita dal presidente della Juve Andrea Agnelli che aveva suggerito:“Perché non cominciamo a ragionare, se le condizioni lo permetteranno, a consentire nel rispetto della sicurezza una piccola presenza di tifosi allo stadio”. Ovviamente una decisione che dipenderà dall’evoluzione generale dell’emergenza sanitaria, non si esclude infatti una seconda ondata di contagi. Al momento però i dati confortanti permettono di guardare avanti verso una graduale ripresa della normalità, e se si va verso la riapertura di cinema e teatri, tanto più  è ammissibile una riapertura degli spazi all’aperto come gli stadi, sempre nel rispetto delle norme sul distanziamento sociale. Si parla di ingressi limitati tra il 10 e il 25% della capienza, come già succede in alcuni paesi come Ungheri a e Polonia. Allo stadio Friuli, che ha una capienza di 25.132 posti a sedere, potrebbero quindi accomodarsi dalle 2.500 alle 6.000 persone circa. 

Resta da capire però quali potrebbero essere i criteri adottati per la scelta dei ‘fortunati’. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy