Spal, Semplici: “Abbiamo margini di miglioramento”

Spal, Semplici: “Abbiamo margini di miglioramento”

Il tecnico dei biancazzurri nella consueta conferenza pre Udinese-Spal

di Redazione

Il tecnico dei biancazzurri nella consueta conferenza pre Udinese-Spal:

La partita con la Sampdoria ha lasciato strascichi?

“Moralmente è stata una settimana particolare in cui abbiamo cercato di analizzare alcune cose, evidenziarne altre per cercare soprattutto moralmente di ripresentarci al meglio domani. Contro la Sampdoria abbiamo provato a mettere in campo tutte quelle che sono le possibilità, poi non è andata bene come volevamo. Ora dobbiamo dare risposte sul campo”.

Cosa non ha funzionato la settimana scorsa?
Con l’Udinese pensa di tornare all’antico rispetto a quanto visto con la Sampdoria?
“Qualche giocatore è un po’ stanco, quindi domani metterò una formazione che mi dia garanzie di poter tenere 95 minuti al meglio”.
E’ preoccupante che sembra non ci siano margini di miglioramento?
“Io e lo staff siamo certi di averne, lo stesso Floccari, che ha 38 anni, si può migliorare in alcune cose, lo porto come esempio. Il livello di qualità deve crescere, migliorare, non solo nella fase di non possesso ma anche in quella possesso e realizzativa, che ci sta mancando”. 
Di Francesco a che punto è?
“Viene con noi, è convocato però parlando con lo staff sanitario però non credo che possa essere utilizzato, è più per riportarlo ad assaporare la partita, penso rientrerà dopo la sosta”.
Per Felipe sarebbe una partita speciale, sta pensando di rilanciarlo?
“Sicuramente può essere la sua occasione per rientrare e dare quell’apporto che ci aspettiamo e che può dare”.
Vicari?
“Vicari ha questo problema alla spalla, è uno di quelli che ha sempre giocato, e quindi valuteremo domani le sue condizioni”.
Reca e Sala stanno crescendo, potrebbe essere due carte da giocare?
“Reca sta crescendo in fretta, ha bisogno di giocare e allenarsi, lo stesso vale per Sala. Ora comincia a star bene e nelle scelte può essere valutabile tra i possibili titolari”.
Pensa che a Udine la squadra le possibilità e il morale per vincere, un punto l’accontenterebbe?
“La sconfitta con la vittoria non ci voleva, non la meritavamo per la prestazione mostrata. Bisogna ripartire cercando di stare vicino a questi ragazzi. Saranno da eliminare certi errori, stanno lavorando e spero già da domenica di vedere miglioramenti e con una buona prestazione possiamo mettere in difficoltà gli avversari, starà a me cercare di metterla al meglio e ai ragazzi di mettere tutte le qualità che hanno in campo”.
Domani a Udine, nonostante i fischi subiti la settimana scorsa, ci saranno tanti tifosi in trasferta
“In queste situazioni è normale subire qualche fischio, la classifica la leggiamo anche noi, i ragazzi erano i più dispiaciuti per quello successo in campo. I ragazzi della curva sono venuti a parlarci, è stato un confronto molto positivo, abbiamo ribadito la nostra voglia di lottare per questi colori e di cercare di dare quelle soddisfazioni che tutti i tifosi meritano, sta a noi fare tutto il possibile perché la gente torni a incitarci perché abbiamo bisogno del loro sostegno”.
Proprietà e presidente vi sono stati vicini in settimana.

“Sono venuti, hanno parlato coi ragazzi, ci hanno testimoniato la loro vicinanza. Sono state chiarite anche alcune dichiarazioni arrivare dalla proprietà, ci ha fatto molto piacere”.

C’è la voglia di poter tornare sul mercato?
“Mancano due mesi e mezzo, è prematuro. La società crede in questa rosa e farà di tutto, anche in sede di mercato, per aggiungere qualcosa che in quel momento potrebbe mancare. Però non abbiamo parlato di questo”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy