Tamponi, sanificazione e ritiri. Ecco quanto costeranno alla Serie A

La Serie A si appresta a ripartire tra tamponi, controlli, sanificazione e ritiro di clausura

di Redazione

La ripresa del campionato di Serie A è vicina. Il Cts approverà molto probabilmente la ripresa degli allenamenti dal 18 maggio e successivamente per il campionato. Ma quanto costerà alla Serie A mantenere dei rigidi protocolli di sicurezza. Il Corriere dello Sport ha analizzato tutti i costi che dovrà sostenere il massimo campionato nazionale per seguire le norme di sicurezza contro il COVID-19. La spesa maggiore deriva dai tamponi, che hanno un costo compreso tra i 100 e i 150 euro. Ogni club dovrà acquistarne un migliaio, per una spesa complessiva di 3 milioni per l’intera lega e 150 mila euro a squadra. Oltre ai tamponi vanno acquistate anche attrezzature idonee a contrastare la possibile diffusione del virus, ovvero: gel igienizzante, guanti e mascherine, per un totale di circa 10 mila euro a squadra. Un altro passo importante è la prima sanificazione degli spazi aperti e dei locali che ha un costo di 5 mila euro a squadra. Per alcuni club, che non dispongono di una foresteria, all’interno del proprio centro sportivo, bisognerà mettere in conto che 50-60 persone per ogni squadra dovranno essere alloggiate in una struttura di appoggio, che costerà circa 4-5 mila euro al giorno per club.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy