Virologa Gismondo: “Non capisco perché gli spettacoli sono consentiti e il calcio non riparte”

La virologa dell’ospedale Sacco di Milano, Maria Rita Gismondo ha parlato della ripresa del calcio itliano

di Redazione

La direttrice del laboratorio di microbiologia clinica, virologia e diagnostica dell’ospedale Sacco di Milano, Maria Rita Gismondo ha parlato della ripresa del calcio italiano. Queste le sue parole al Corriere dello Sport: “Non capisco perché ci siano timori a far ripartire il calcio se si consentono spettacoli all’aperto. Non so chi sia più distanziato, se 12 orchestrali o 11 giocatori i campo. Potrei dire che sarebbe meglio rinviare queste aperture, ma se si apre da una parte non capisco perché non lo si faccia dall’altra“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy