news calcio

Pordenone, Lovisa: “Non condivido le parole di Stirpe”

Il presidente neroverde: "Udinese? Sono da tanti anni in A, chi non vuole giocare sono quelli più a rischio"

Redazione

Il presidente del Pordenone Mauro Lovisa ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Punto Nuovo durante la trasmissione Punto Nuovo Sport Show: Stirpe? Quella è una sua idea, ma le regole sono diverse, bisogna giocare le partite. Con tutte le cautele del caso, stiamo già studiando come ripartire nella massima sicurezza".

Il presidente del Frosinone aveva infatti dichiarato: "Se non si faranno i play-off, Frosinone in Serie A come terza. Altrimenti non iscrivo il club".

"Non condivido le sue parole, anche perché siamo a 2 punti da loro - prosegue a tal proposito Lovisa - se succede una cosa del genere come detta da Stirpe, sarà un’estate piena di gente nelle aule dei tribunali. E’ bene che si riprenda e si torni a giocare per creare un po’ di entusiasmo. Se torniamo a giocare, magari riusciamo a dare delle speranze anche al Paese. Sono stato in consiglio con Gravina, rimettendo in pista la nuova cordata della Serie C. Bisogna fare un tavolo rotondo con i presidenti di A e di B, per cambiare piccole cose e trovare un accordo: entrambe le Leghe hanno bisogno l’una dell’altra. E’ ovvio che il Pordenone voglia riprendere ad allenarsi ed a giocare, credo si possa tornare ad allenarsi, ma in massima sicurezza. Udinese? Sono da tanti anni in A, chi non vuole giocare sono quelli più a rischio. Norme ascensore? Bisogna discutere tutto, ce ne sono tantissime di regole da rivedere. Ce ne vogliono di ben precise per regolamentare i campionati, come tanti altri europei. Di questo passo possiamo dare credibilità anche al calcio italiano”.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso