Batte l’avversario 27-0: allenatore licenziato

Stavolta è stato proprio un risultato a motivare la decisione del club.

di Redazione

Questione di rispetto. E che diamine. E’ la motivazione che hanno dato i dirigenti dell’Invictasauro per spiegare l’esonero di Riccini, allenatore della Juniores. Che già esonerare un allenatore delle giovanili è abbastanza grave. Perché i risultati – di solito – c’entrano poco. Stavolta è stato proprio un risultato a motivare la decisione del club. E non un risultato a sfavore, anzi. La Juniores dell’Invictasauro, impegnata nei campionati giovanili della provincia di Grosseto, aveva appena battuto per 27 (ventisette) a zero i colleghi del Marina Calcio. Perché purtroppo a questi livelli ci sono difficoltà organizzative tali da mettere di fronte squadre dalla forza sproporzionata. L’Invictasauro lo sapeva. E ha esagerato. O meglio: non ha avuto rispetto. Troppi gol, in media uno ogni tre minuti. Bisognava fermarsi, rallentare, fare qualcosa. Sì, avere rispetto. Riccini evidentemente non ci ha pensato, i suoi dirigenti ci sono rimasti male. La vittoria e i tre punti vengono dopo. Ma quale festa, bisogna intervenire, dare un segnale forte, far capire ai ragazzi che vincere non è tutto. Da qui non verranno fuori campioni, ma uomini. Il rispetto da grandi servirà. Riccini doveva intervenire. Non l’ha fatto, ed è stato esonerato. «Abbiamo appreso con stupore e rammarico il punteggio della partita con la quale la nostra Juniores provinciale ha battuto il Marina Calcio. I presupposti e i valori con i quali, da una vita, sono nel mondo del calcio giovanile, sono antitesi di cose del genere. L’avversario va sempre rispettato e oggi questo non è avvenuto. In qualità di presidente mi scuso sinceramente con la società Marina e con tutto l’ambiente sportivo. Comunico che il nostro direttivo ha deciso, unanime, di esonerare il signor Riccini. I nostri tecnici devono avere il compito di allenare e, soprattutto, di educare i ragazzi. Questo oggi non è avvenuto». Così ha scritto Paolo Brogelli nel tardo pomeriggio. Non è dato sapere come l’ha presa Riccini e se ha dato giustificazioni. Ma se in futuro tornerà ad allenare dei ragazzi, forse qualche domanda dovrebbe farsela.

Tratto dalla Gazzetta dello Sport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy