Favini e la sua lezione al mondo del calcio

Favini e la sua lezione al mondo del calcio

“A dividere la prima squadra e il settore giovanile deve essere solo una siepe”

di Redazione

Il mondo del calcio piange la scomparsa di Mino Favini, storico responsabile del settore giovanile dell’Atalanta. In un’intervista a TuttoNapoli parlò tra le altre cose della crisi del calcio italiano con riferimento ai settori giovanili dando una bellissima lezione al mondo del calcio: “Il segreto è circondarsi di persone competenti che monitorino la zona, facciano ricerche sul posto. Occorre coraggio da parte della società e poi tanta pazienza: mica tutti nascono fenomeni? Serve un certo tipo di lavoro e allenatori che accudiscano il ragazzo, aiutandolo a crescere e ad avere fiducia in se stesso. E poi, ancora, è necessario dotarsi di un centro sportivo che raccolga la prima squadra e il settore giovanile. A dividerli dev’essere solo una siepe, la stessa che, una volta oltrepassata, formerà dei professionisti e non più dei ragazzini. Chi è bravo ha l’obbligo di impegnarsi più degli altri. Non basta avere talento, solo col lavoro si ottengono determinati risultati. Questo, però, non tutti lo comprendono, oppure lo capiscono quando è troppo tardi”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy