Fifa Awards: Messi il miglior giocatore del mondo 2019, Megan Rapinoe miglior calciatrice

Fifa Awards: Messi il miglior giocatore del mondo 2019, Megan Rapinoe miglior calciatrice

Rapinoe: “Voglio parlare di Sterling e Koulibaly, che hanno attaccato il razzismo che li affligge da tutta la vita, della ragazza iraniana che si è suicidata e di tutti coloro che combattono l’omofobia”

di Redazione

Lionel Messi e’ il miglior giocatore del mondo per il 2019. Va all’attaccante argentino del Barcellona, bronzo con l’Argentina alla Coppa America e sul tetto di Spagna col Barcellona, il ‘Best Player Fifa Award’ assegnato oggi alla Scala di Milano. E’ la sesta volta che Messi si aggiudica questo riconoscimento, succedendo nell’albo d’oro a Luka Modric. Battuta la concorrenza di Cristiano Ronaldo, che nella scorsa stagione ha vinto scudetto e Supercoppa Italiana con la Juve e poi la Nations League col Portogallo, e Virgil Van Dijk, vincitore della Champions col Liverpool e finalista in Nations League con l’Olanda.

A vincere il premio di miglior calciatrice è Megan Rapinoe che ha battuto le connazionali le connazionali Alex Morgan e Lucy Bronze. Dopo i consueti ringraziamenti, la giocatrice ha voluto aggiungere:“Voglio parlare di alcune storie che mi hanno colpito di più: Sterling e Koulibaly, che hanno attaccato il razzismo che li affligge da tutta la vita. La ragazza iraniana che si è suicidata, tutti coloro che combattono l’omofobia. Queste sono le storie che mi ispirano, ma mi rendono anche triste: io penso che, se vogliamo avere dei cambiamenti, è necessario che anche altri, oltre a Sterling e Koulibaly, siano arrabbiati quanto lo sono loro. E la stessa cosa vale per chi difende i diritti LGBT, o la tutela delle calciatrici. Noi abbiamo tanto successo, a qualsiasi livello. Quello che voglio dire a tutti è: condividete il vostro palco. Usate questo splendido sport per cambiare davvero il mondo. Fate qualcosa, fate altre cose: abbiamo un poter incredibile”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy