Okaka: “Vi racconto di quando Spalletti voleva menarmi”

Okaka: “Vi racconto di quando Spalletti voleva menarmi”

L’attaccante bianconero racconta a GdS un divertente aneddoto di quando militava nella Roma di Spalletti

di Redazione

L’attaccante bianconero racconta a GdS un divertente aneddoto di quando militava nella Roma di Spalletti:

“Mi ricordo di quella volta che mister Spalletti voleva menarmi. Era stato lui a farmi esordire così giovane e da quel momento mi aspettavo di giocare sempre. Sai, a quell’età ti senti padrone del mondo… Insomma, contro l’Atalanta non mi mette in campo dall’inizio e io sono arrabbiato. Mi fa entrare quasi alla fine e non mi sbatto più di tanto. L’arbitro fischia, abbiamo perso, io scappo negli spogliatoi, Spalletti mi insegue: “Vieni qua, vieni quaaaa…”. Per fortuna ero stato sorteggiato all’antidoping. Mi chiudo nello stanzino e sento che urla: “Ti aspetto!”. Esco dopo due ore ma non mi salvo lo stesso: la mattina dopo, all’allenamento, scopro che mi ha multato. Un’altra volta, a 18 anni, entro a Trigoria col macchinone, un’Audi R8. Spalletti mi vede e mi fa: “La prossima volta che ti presenti con questa macchina, non giochi più”.

E tu?
“Non mi sono più presentato. Ci andavo in giro per Roma. Ma adesso ho la Smart”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy