Spalletti: “Pizarro per pesarsi cercava l’aiuto dei compagni, quando era del peso giusto c’era un boato nello spogliatoio”

Luciano Spalletti in diretta a Casa Sky Sport ricorda il suo rapporto con il centrocampista cileno David Pizarro, allenato a Udine e Roma

di Redazione

Luciano Spalletti in diretta a Casa Sky Sport ricorda il suo rapporto con il centrocampista cileno David Pizarro, allenato a Udine e Roma: “A inizio stagione c’era la pesata di squadra. Per un chilo in più si pagavano 10 euro di multe, per due chili 20, per tre uno sproposito. Era diventato un gioco tra noi nello spogliatoio. Pizarro prima di salire sulla bilancia cercava sempre l’aiuto dei compagni. David saliva la prima volta sulla bilancia e per risultare più leggero si toglieva la catenina, poi si tagliava le unghie, le basette, la barba, poi ogni altra cosa – ricorda Spalletti – per farlo montare sulla bilancia ci voleva un’ora. Quando era nel peso giusto c’era il boato dei compagni di squadra e lui cantava. Andava al suo armadietto mentre gli altri si pesavano, prendeva dei mignon al cioccolato e le mangiava dietro di me per poi offrirle agli altri. Mi diceva: ‘Mister, sono nel peso giusto. Posso farlo'”.

Spalletti ha poi spiegato l’importanza di Pizarro in squadra: “Mi ha dato una mano fondamentale nella mia carriera. Pizarro è sempre online, tiene continuamente la squadra connessa. Quando sono arrivato a Udine, Gino Pozzo mi portò dentro la stanza della squadra e voleva presentarmi Pizarro. Era sul lettino dei massaggi e quando mi sono avvicinato ho detto: ‘Che giocatore è?’ Ma alla prima partitina fatta ha toccato 2000 palloni, sembrava in squadra da sempre. Il rispetto che guadagnava dai compagni era qualcosa di eccezionale. Anche alla Roma ha fatto partite di un livello straordinario”. Con un piccolo difetto: “Troppo generoso, in questo è molto simile a Brozovic. David è un elemento spettacolare nello spogliatoio, un elemento unico per tutti i compagni”.

 

 

FONTE Sport.sky.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy