Sudafrica, assassinato l’ex attaccante nazionale Batchelor

Sudafrica, assassinato l’ex attaccante nazionale Batchelor

L’ex attaccante della nazionale sudafricana (i Bafana Bafana) Marc Batchelor, 49 anni, è stato assassinato a colpi di arma da fuoco mentre si trovava a bordo della sua auto, nei pressi di casa

di Redazione

L’ex attaccante della nazionale sudafricana (i Bafana Bafana) Marc Batchelor, 49 anni, talento dei Kazier Chiefs e poi degli Orlando Pirates, con cui vinse la Champions africana nel 1995, è stato assassinato a colpi di arma da fuoco mentre si trovava a bordo della sua auto, nei pressi di casa. Lo ha confermato la polizia locale, spiegando che testimoni hanno visto due uomini sparare da una moto e poi fuggire. L’omicidio, secondo quanto si è appreso, non è avvenuto a scopo di rapina, “perché – ha spiegato Lungelo Diamini, portavoce delle forze dell’ordine – nulla è stato rubato, e non sono ancora stati identificati i sospettati”. Batchelor è morto sul colpo, dopo che almeno sette colpi hanno forato i finestrini della sua Bmw. Diventato commentatore televisivo dopo aver chiuso con il calcio giocato, Batchelor in Sudafrica è ricordato anche per una sua dura polemica con l’ex campione dell’atletica paralimpica Oscar Pistorius, condannato a 13 anni e cinque mesi di reclusione per l’omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp. Batchelor aveva fatto dei commenti su Pistorius e i rapporti di quest’ultimo con le donne, e l’ex quattrocentista aveva minacciato di “fargli rompere le gambe”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy