Udinese, una maglia per la battaglia di Gianpiero

Udinese, una maglia per la battaglia di Gianpiero

Gianpiero Saglimbene sta combattendo la battaglia più grande della sua vita

di Redazione

Gianpiero ha 37 anni,  è un sergente maggiore dell’Esercito in servizio presso i “Lancieri di Novara” (5°) di stanza a Codroipo, due figli piccoli, Andrea e Lorenzo e la moglie, Barbara. La vita di Gianpiero prosegue tranquilla fino a quando nel 2014 gli viene comunicata una terribile diagnosi: un sarcoma molto raro e aggressivo, il sarcoma desmoplastico a piccole cellule rotonde, un male arrivato allo stadio terminale. La disperazione iniziale, quindi  la ricerca frenetica fino alla scoperta di un’ultima via d’uscita quando si scopre che un altro uomo italiano di 36 anni con una patologia del tutto simile, Orlando Fratto (36 anni), era stato operato e salvato in America nell’ospedale “Columbia University Medical Center” dal dottor Kato Tomoaki con una procedura da lui inventata e chiamata “Whipple”. A quanto pare, il dottor Tomoaki sarebbe l’unico a poter eseguire l’operazione.

Da tifoso ha ricevuto anche una maglia dall’Udinese. Ed è un portafortuna.

“Noi siamo in contatto con il dottor “KATO” il quale sta esaminando il quadro clinico di Gianpiero – scrive la moglie del militare su Facebook -. Gianpiero è un guerriero che nonostante tutto non ha mai smesso un attimo di combattere, soprattutto per i suoi meravigliosi figli di 6 e 7 anni, che hanno ancora tantissimo da imparare da lui e soprattutto che hanno tanto bisogno di lui come ogni bambino ha bisogno dei propri genitori, per la sua amatissima e giovane moglie e per la sua famiglia”.

http://www.udinetoday.it/cronaca/gianpiero-saglimbene-racconta-fondi-malattia.html

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy