Messaggero Veneto: Il Pordenone affonda il Venezia

Messaggero Veneto: Il Pordenone affonda il Venezia

I lagunari passano a inizio ripresa, rabbiosa rimonta dei neroverdi che negli ultimi cinque minuti ribaltano il risultato

di Redazione

Apertura del Messaggero Veneto sulla vittoria del Pordenone.

L’attacco fatica, la squadra soffre, ma il Pordenone ha un cuore grande così e lo mette in campo al Penzo, dove trova la prima, incredibile vittoria in trasferta, firmata da due friulani, che vale temporaneamente l’ottavo posto a tre punti dalla vetta. Vittoria straordinariamente importante, firmata dai due friulani De Agostini e Strizzolo, trovata nel finale al termine di una partita durissima, vissuta in svantaggio sino a tre minuti dal 90′ e risolta in extremis, con una grande, insperata rimonta.Tante novità nell’undici di Attilio Tesser, alcune forzate e altre dettate dal desiderio e dalla necessità di fare turnover visti gli impegni ravvicinati. La tegola è quella che pochi minuti prima del match toglie dalla formazione titolare Camporese, che non era al top e dà forfait proprio all’ultimo. Così Vogliacco, che il tecnico voleva schierare esterno basso di destra vista l’assenza di Almici, torna nella posizione “naturale” al centro a far coppia con Barison. Ciurria fa il trequartista, davanti fuori Strizzolo e dentro Monachello a far coppia con Candellone: un duo inedito, con entrambe le punte ancora alla ricerca del primo gol stagionale. Sul fronte opposto non manca il super-bomber Bocalon in tandem con Capello, Di Mariano è il trequartista.È proprio il pregiato duo d’attacco dei lagunari a creare il primo pericolo per la porta dei ramarri: al 10′ Capello trova spazio sulla destra e mette in mezzo per Bocalon, che trova la zampata in anticipo su Vogliacco, ma non lo specchio della porta. Com’era prevedibile, il Venezia attacca e il Pordenone cerca di tenere alta la linea del pressing.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy