Attacco, qualcuno è di troppo: Lasagna il predestinato?

Attacco, qualcuno è di troppo: Lasagna il predestinato?

Certo è che se Sanchez davvero ne avrà per mesi allora il nome di Lasagna potrebbe essere buono. Vedremo. Per ora intanto Tudor deve capire come incastrare lo stesso Lasagna, Okaka e Del paul cercando di tenere “buoni” gli altri e soprattutto deve farli segnare.

di Redazione

Non c’è mai fine al mercato anche se va detto e ribadito con forza che quanto si legge spesso sui giornali a ottobre non corrisponde a verità. Specie quando si parla di Udinese, basti pensare che molti quotidiani nazionali, se non tutti, avevano già vestito De Paul con più maglio prima di doversi “rassegnare” al fatto che i Pozzo non svendono.

E tanto meno fanno affari in uscita a gennaio, a meno di offerte clamorose. Ma c’è anche da dire che oggi in attacco l’Udinese ha più che abbondanza, ha una rosa di giocatori che spesso sono sullo stesso piano e più di due non vanno in campo con De Paul che si deve adattare nel vero senso della parola a giocare mezzala, non proprio il suo ruolo. Se però l’argentino venisse avanzato uno tra Okaka, Lasagna, Nestorovski, Pussetto e il “dimenticato” Teodorczyk deve rimane fuori. Difficile farglielo digerire a lungo. Ma se per il polacco a gennaio il prestito o la cessione appare scontata (si parla della Turchia), per un altro attaccante si potrebbe aprire la strada dell’addio.

Lasagna vuole giocarsi gli Europei ma se continua a giocare a singhiozzo o a fare la staffetta con un compagno difficilmente convincerà Mancini a inserirlo nella lista finale. Punterà così i piedi per andare via? Non è il tipo, ma il suo procuratore non nasconde che l’Inter (che vorrebbe un vice Lukaku a quanto pare) potrebbe essere interessata. “Se Marotta e Ausilio chiamassero? Certamente farebbe piacere. Kevin fatto un percorso importante dalla Serie D alla Serie A arrivando fino alla Nazionale in questi anni. Sarebbe il coronamento della carriera. Non si potrebbe sperare di meglio. Lasagna ha un contratto fino al 2023 con l’Udinese. Vediamo quello che succede nelle prossime partite e poi si valuterà il tutto”, ha ammesso senza mezzi termini. Più di una apertura. anzi una sorta di ultimatum: vediamo da qui a gennaio se Kevin giocherà con continuità, poi si vedrà. Ma di mezzo ci sarà sempre l’Udinese che in inverno sa bene che non può  non vuole svendere. Molto poi dipenderà dalla classifica delle varie squadre e dagli infortuni. Certo è che se Sanchez davvero ne avrà per mesi allora il nome di Lasagna potrebbe essere buono. Vedremo. Per ora intanto
deve capire come incastrare lo stesso Lasagna, Okaka e Del Paul cercando di tenere “buoni” gli altri e soprattutto deve farli segnare.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy