UFFICIALE – Udinese, Forestieri torna in bianconero

Il giocatore italoargentino ha sottoscritto un contratto fino al 30 giugno 2022

di Redazione
​Fernando Forestieri torna all’Udinese dopo una parentesi durata dieci anni: nel 2010-11 “El Topa”fu acquistato dai friulani, dove però non trovò mai spazio. Ora l’argentino, svincolato, lascia lo Sheffield Wednesday dopo cinque stagioni. Questo il comunicato della società:
Udinese Calcio è lieta di annunciare il ritorno in bianconero di Fernando Forestieri.

Il fantasista italoargentino è il secondo acquisto di questa campagna trasferimenti ed ha sottoscritto un contratto fino al 30 giugno 2022.

“Forestieri è una vecchia conoscenza del mondo Udinesedichiara il Responsabile dell’area tecnica Pierpaolo Marino –  E’ andato via come una giovane promessa e ritorna con la certezza di poter dare un grosso contributo tecnico e qualitativo alla squadra. Un giocatore con le sue particolari caratteristiche di fantasia e finalizzazione mancava nella nostra rosa”
Fernando Forestieri nasce a Rosario, in Argentina, il 15 gennaio 1990.
Arriva in Italia giovanissimo, nel 2006, nelle fila del Genoa e, da lì, intraprende una lunga esperienza nel nostro Paese prima al Siena e poi al Vicenza prima di approdare all’Udinese nell’estate del 2009. Nella stagione 2010/2011 veste i colori bianconeri prima di andare in prestito e maturare importanti esperienze in Europa, dapprima il Spagna con il Malaga, poi ancora in Italia con Empoli e Bari prima di intraprendere una lunga e fortunata esperienza inglese durata ben 8 stagioni. Dal 2012, infatti, è protagonista con la maglia del Watford (91 presenze e 21 gol tra campionato e coppe) e, nelle ultime 5 stagioni, dello Sheffield Wednesday (134 presenze e 40 gol complessivi).
Forestieri ha svolto tutta la trafila delle nazionali giovani italiane collezionando 8 presenze e 5 reti con l’Under 17, 9 con 3 gol nell’Under 19, 2 con  l’Under 20 e altrettante con l’Under 21.
Bentornato Fernando!
 
 
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy