Complementari, ma mai entrambi in rete nella stessa partita: lo strano caso di Lasagna e Okaka

Complementari, ma mai entrambi in rete nella stessa partita: lo strano caso di Lasagna e Okaka

Tra questo e lo scorso campionato i due attaccanti sono partiti assieme dall’inizio 15 volte: per caratteristiche sembrano coniugarsi bene, in realtà faticano a valorizzarsi vicendevolmente

di Redazione

Mai entrambi in gol, partendo assieme dall’inizio, nella stessa partita. Il problema principale dell’Udinese – ormai lo sa anche chi non segue il calcio – è la sterilità offensiva. Emblematica, a questo proposito, una statistica che riguarda la coppia di attaccanti titolare: Lasagna e Okaka non hanno mai timbrato il cartellino insieme.

In questa stagione il tandem è stato schierato dall’inizio in dieci occasioni: zero le partite in cui tutti e due hanno trovato la via della rete. Nello scorso campionato la titolarità condivisa si era registrata cinque volte: sempre zero i match caratterizzati da un gol di entrambe le punte.

Venendo al bottino personale, come si sa, è magro. Lasagna quest’anno ha segnato 4 reti in 21 partite (lo scorso erano stati 6 in 37), Okaka 4 in 18 (6 in 16 gare nel 2018/19).

Si dirà: non è fondamentale che entrambi gli attaccanti segnino nella stessa partita. Vero, ma se accade può significare che uno valorizza i pregi dell’altro e viceversa; ovviamente, ne beneficia tutta la squadra.

Per caratteristiche Okaka e Lasagna assieme potrebbero essere più produttivi, non necessariamente segnando entrambi nella stessa partita? Viene da pensare di sì, vista la fisicità e la capacità di essere centravanti “boa” di Stefano e la rapidità, l’intensità che sa mettere nell’attacco della profondità Kevin.

Eppure i numeri sono quelli che sono, e qualcosa vorranno anche dire.

Massimo Pighin

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy