udinese

Udinese / Ecco a cosa è dovuto il crollo dei bianconeri!

Cioffi

Alla Dacia Arena gli uomini di Thiago Motta bloccano gli undici di Gabriele Cioffi. Amarezza ed euforia: tutte le emozioni del match

Redazione

Serie A agli sgoccioli

Lotta per lo scudetto e contesa verso la salvezza. Molteplici le emozioni che solo questo meraviglioso sport riesce a regalarci. Gare di conquista, vittoria, ma anche di rammarico e afflizione. Alla Dacia Arena si è disputata la 37º giornata di campionato: l’Udinese di Gabriele Cioffi vs lo Spezia di Thiago Motta. Osserviamo più da vicino quanto accaduto.

Sconfitta avvilente

Da una parte la voglia di conquistare il 10º posto, dall’altra la speranza verso la salvezza. Sul terreno di gioco, l’ex di Inter e Psg, ha schierato il suo 4-2-3-1 consapevole della buona tecnicità avversaria. Dal primo minuto la squadra di Thiago Motta è scesa in campo dimostrando l’elevatezza rispetto alla sua avversaria, ma il golazo di Nahuel Molina al 26’ apre la gara portando in vantaggio i padroni di casa. L’attaccante argentino corona così la sua 7º rete stagionale. Il calcio, dalle grandi imprevedibilità, non smette mai di stupirci. La squadra ospite ribalta la situazione per merito del tiro a segno al volo di Daniele Verde e del destro di Emmanuel Gyasi che chiudono il primo tempo con il risultato di 1-2. Sorpresa dei primi 45’ di gioco è il difensore spagnolo dello Spezia Salvador Ferrer, autore dei due assist. Al rientro dagli spogliatoi, si è atteso un rialzo da parte dei friulani, ma gli undici di Motta con cuore e grinta hanno allungato la distanza con Maggiore a pochi minuti dalla ripresa. Il colpo di testa di testa cinto da Marì porta L’Udinese al 2-3, ma non c’è più tempo e arriva il triplice fischio di Aureliano.

Resoconto finale

Ad aver inciso sulla disfatta bianconera è stata senza dubbio la poca concentrazione. L’Udinese, con 44 punti e una posizione salda in Serie A, si è “seduta sugli allori” a differenza dello Spezia ancora in lotta. Fame di goal e miraggio di riscatto: gli undici di Motta rivelatisi più rabbiosi sul terreno di gioco, hanno portato a casa i 3 punti centrando l’obiettivo stagionale restando matematicamente in Serie A.