Gotti: “Vedremo domani cosa ci dirà il campo”

Gotti: “Vedremo domani cosa ci dirà il campo”

Il mister bianconero in conferenza stampa alla vigilia della sfida col Napoli

di Redazione
Udinese: mister Luca Gotti

Il mister bianconero in conferenza stampa alla vigilia della sfida col Napoli:

Sulla formazione

“Potrebbe essere riproposto qualcuno che ha giocato mercoledì. Un allenatore deve avere la libertà mentale per cambiare le decisioni e cercare fino all’ultimo di prendere in considerazione chi ti può far sbagliare di meno. La gara dell’altro giorno ha evidenziato alcune prestazioni dei singoli, alcuni elementi che sono in grado di farmi cambiare idea per affrontare la gara di domani”.

Crisi Napoli, è un vantaggio?

“Noi dobbiamo pensare alla nostra prestazione, a noi stessi. La squadra deve cercare di far dipendere le cose il più possibile da noi stessi. Poi le problematiche o la forza degli avversari ci devono interessare relativamente”.

Mercoledì la squadra sembrava molto tranquilla

“Non so se il termine tranquillo si possa applicare ad una squadra di calcio. La cosa positiva è che l’Udinese mercoledì sera è stata una squadra di calcio, compatta, solida, con impegno condiviso. Da questo deve ripartire l’Udinese”.

Senza De Paul, la squadra è piaciuta. Anche Ekong è in discussione?

“Cerco di non avere preconcetti e pregiudizi cerco di lasciarmi la porta aperta a tutte le soluzioni. De Paul e Ekong sono due giocatori che sono estremamente funzionali a questa squadra. Non ho dubbi sul fatto che siano in campo domani. Sono contento che la partita di mercoledì di Coppa abbia innalzato l’asticella della competizione”.

Teodorczyk e Barak come li vede?

“Vengono da un lungo stop, hanno ricominciato ad allenarsi con continuità, non è scontato che si riesca a tornare ai livelli di eccellenza del passato. Però io ho l’aspettativa che i livelli del passato possano addirittura essere superati. Teodorczyk mi ha soddisfatto perché fino all’ultimo ha dato tutto”.

L’approccio alla gara sarà determinante?

“No. Il risultato viene determinato da tante cose, gli equilibri in questo campionato sono sottilissimi. Il risultato può essere condizionato da tante cose, anche episodi. Lo abbiamo pagato sulla nostra pelle a Genova e all’Olimpico. Ma l’atteggiamento è quello da cui dobbiamo partire, dobbiamo fare l’Udinese, mettere tutto in campo, crearci attorno l’entusiasmo, portare i tifosi dalla nostra”.

Cosa pensa del ruolo di Samir?

“Domenica ha giocato con Nuytinck, potrebbe essere una soluzione anche per domani. Ha un piccolo problema fisico che si sta portando avanti, dovrò vedere domani. Vedremo se Sema potrà essere recuperato per la Juve”.

Nel Napoli non ci saranno Allan e Milik

“Vedremo domani, il campo ci dirà cosa succederà”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy