MV: “Pereyra in dubbio per il Genoa. Gotti studia le alternative”

Il Messaggero Veneto analizza le alternative che dovrà prendere Gotti per l’infortunio di Pereyra

di Redazione

Domenica alle ore 18 l’Udinese affronta il Genoa con il dubbio legato alla presenza di Pereyra. L’argentino ha riportato un problema muscolare con la nazionale. Il Messaggero Veneto analizza le alternative che il tecnico Gotti potrà adottare:

3-5-2
In questo caso, il candidato principale a prendere il posto di Pereyra è Forestieri. Sin dalle prime amichevoli Gotti ha voluto provare l’italo-argentino nel ruolo di mezzala, posizione che raramente aveva ricoperto in carriera. Anche in Coppa Italia contro il Vicenza Forestieri aveva giocato sul centro destra nella mediana a tre con De Paul centrale e Makengo a sinistra, ma quella sera l’Udinese giocò con il 4-3-3. Onestamente viene difficile pensare che questo assetto possa essere riproposto in campionato con Forestieri mezzala.L’inserimento di uno tra Walace o Makengo renderebbe la squadra un po’ più equilibrata e consentirebbe maggiore libertà in fase di inserimento a De Paul“.

4-3-3
Se Gotti dovesse decidere di giocare con il 4-3-3, dicevamo, le quotazioni di Forestieri scenderebbero e si alzerebbero quelle di Walace e Makengo anche se il primo, che ieri al pari di Jajalo ha intensificato il lavoro con la palla, da mezzala non ha mai davvero convinto. Per quanto concerne il reparto offensivo sembra assodato che Lasagna venga considerato una prima punta (pare essere questo anche il pensiero del ct Mancini) e quindi senza Pereyra i favoriti per agire da esterni nel tridente d’attacco sarebbero Pussetto e Deulofeu, pure loro reduci da una decina di giorni pieni di lavoro con il gruppo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy