Pizzul: “De Paul resterà a Udine anche dopo il mercato di gennaio”

Pizzul: “De Paul resterà a Udine anche dopo il mercato di gennaio”

“Gotti sta facendo bene: giusto che il club provi a convincerlo. Musso diventerà presto titolare nell’Argentina”

di Redazione

Per chi è cresciuto con le sue telecronache, contraddistinte da garbo, competenza e dal sapiente utilizzo della parola, la voce di Bruno Pizzul non è mai banale. Oltre che per i ricordi che evoca, soprattutto per le opinioni che veicola: ponderate, basate su fondamenta solide, figlie di un’esperienza con pochi eguali, nel giornalismo italiano.

Pizzul analizza il momento attuale dell’Udinese, ponendo al primo posto delle sue riflessioni alcune considerazioni su Luca Gotti. “È una cosa piuttosto strana – osserva -: quando valutiamo la categoria degli allenatori lo facciamo anche sotto la chiave di lettura di uomini che amano la luce della ribalta. A Gotti, invece, non interessa: ciò che gli preme è dare il suo contributo anche rimanendo nascosto nell’ombra. Finora lo sta facendo bene: è giusto che la società, entro certi limiti, cerchi di convincerlo a recedere dalla sua intenzione per fargli assumere la guida della squadra».

Capitolo De Paul: secondo Pizzul rimarrà a Udine anche dopo la sessione del mercato di gennaio. «Indubbiamente è un giocatore di spiccate qualità individuali. Il mercato, anche se esistono delle date, è aperto tutto l’anno: sembrava dovesse andare via in estate, ma la società ha tenuto duro. Nel senso che ha alzato il prezzo. Credo che resterà anche dopo la sessione invernale di mercato».

Infine, Musso, pronto, secondo il giornalista, per la titolarità con l’Argentina. «Non sta facendo bene, bensì benissimo – evidenzia Pizzul -. Sta per conquistarsi la maglia da titolare dell’Argentina, una nazionale molto importante: questo certifica che è un portiere di valenza internazionale. Mi pare, a livello generale, che la scuola italiana stia sfornando tanti buoni portieri, dopo anni in cui si era parlato di crisi. L’Udinese ne è un buon esempio: il merito è anche dei bravi preparatori che lavorano nel club».

Massimo Pighin

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy