Pozzo: “Giocare a porte chiuse è come l’Aida alla Scala senza spettatori”

Pozzo: “Giocare a porte chiuse è come l’Aida alla Scala senza spettatori”

Il patron dell’Udinese Giampaolo Pozzo ha commentato al Gazzettino la decisione della Lega di far giocare senza pubblico

di Redazione

Il patron dell’Udinese Giampaolo Pozzo ha commentato al Gazzettino la decisione della Lega di far giocare senza pubblico: “Per me è un controsenso giocare a porte chiuse, visto che il calcio è fatto per gli appassionati, in particolar modo per chi assiste allo spettacolo sportivo. È come se si facesse la prima dell’Aida alla Scala di Milano senza spettatori. Sarebbe paradossale”.

“Per me il campionato andava sospeso – continua il patron – in attesa di sviluppi concreti sulla diffusione del virus e andava fatto già prima”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy