Prestito Barak: Lecce e Udinese ancora senza accordo, ma non è il primo caso in Serie A

La possibilità che le due squadre perfezionino l’intesa c’è, almeno fino alla mezzanotte di oggi, ma la situazione è complicata e non sarebbe il primo giocatore a tornare presso la società cedente

di Redazione

La possibilità che Lecce e Udinese perfezionino l’intesa c’è, almeno fino alla mezzanotte di oggi, ma la situazione è  complicata e non sarebbe il primo caso del genere in Serie A. Neanche Roma e Cagliari hanno raggiunto l’accordo per prolungare il prestito di Robin Olsen in Sardegna fino a fine stagione e così il portiere dal 1° luglio si allenerà a Trigoria con la Roma, proprietaria del suo cartellino ma che non lo potrà utilizzare. L’epilogo però ha motivazioni diverse da quelle che hanno dato origine alla vicenda Barak.

Olsen ha disputato finora in rossoblù diciassette gare: come riportato su Gazzetta.italla diciottesima sarebbe dovuto scattare un bonus per la Roma di 900 mila euro, che il club sardo non aveva intenzione di pagare, almeno non per intero, vista la difficile situazione dovuta al post Covid. La Roma ha invece ritenuto che il Cagliari avesse comunque usufruito di un giocatore come Olsen praticamente gratis e che quindi il bonus sarebbe dovuto scattare. A quel punto la società rossoblù ha comunicato al portiere che sarebbe rimasto in Sardegna senza più giocare fino al termine della stagione, e così l’estremo difensore non ha firmato il prolungamento del prestito ed è stato richiamato a Roma.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy