Udinese, Arslan: “In Italia giochi duro e con disciplina. Spero di abituarmi presto e fare bene”

Tolgay Arslan si è raccontato sulle colonne del quotidiano sportivo turco “Fanatik” dopo il suo passaggio in Serie A in bianconero

di Redazione

Tolgay Arslan si è raccontato sulle colonne del quotidiano sportivo turco “Fanatik” dopo il suo passaggio in Serie A all’Udinese. Ha detto di essersi divertito in Turchia, ma che ci sono stati anche degli aspetti negativi da cui ha imparato: “Penso che, soprattutto quando ho vinto il secondo titolo con il Besiktas, ho potuto mostrare il vero Tolgay nella Süper Lig e in Champions League. Ho avuto alcuni infortuni e problemi. Ma ho tratto le lezioni necessarie da tutto”. Il 30enne centrocampista ha anche rivelato che il suo rapporto con la stampa locale non è stato dei migliori: “Ho giocato buone stagioni e ottenuto molte cose positive. Ma il mio rapporto con la stampa non era molto buono. Non erano esattamente ben disposti nei miei confronti. Ovviamente ho commesso degli errori durante questo periodo, ma non ho mai voluto essere in cattivi rapporti con nessuno”. 

Ma ora Arslan guarda avanti alle nuove sfide in Italia: “Sono felice di poter giocare contro i migliori giocatori del mondo. Penso di potermi migliorare ulteriormente qui e imparare molto. Anche il campionato si rafforza ogni anno e il livello aumenta. Qui giochi duro e con disciplina. Spero di abituarmi rapidamente al calcio italiano e fornire prestazioni di successo. Sono già venuto in Italia in vacanza. Le persone sono molto cordiali. Per quanto riguarda il modo di vivere e l’idea sul calcio, posso dire che c’è un mix tra Germania e Turchia “.

FONTE Gazetefutbol.de

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy