Udinese, che fine ha fatto Scuffet. Ascesa e discesa di un talento

Udinese, che fine ha fatto Scuffet. Ascesa e discesa di un talento

Il giovane portiere Simone Scuffet è ancora di proprietà dell’Udinese, ma il suo futuro è incentro. Il calciatore potrebbe lasciare la squadra

di Redazione
Udinese: portiere Simone Scuffet

NEWS UDINESE – Il mondo del calcio è pieno di giocatori che sembrano sul punto di diventare i migliori, ma poi qualcosa nelle loro carriere è andato storto. Uno di questi esempi è Simone Scuffet, portiere dell’Udinese che forse ha esordito troppo presto tra i professionisti. Fece il suo debutto in Serie A con la maglia bianconera, l’1 febbraio del 2014 quando di anni ne aveva appena 17. Dopo due lustri, o dieci anni per gli amanti della precisione, la compagine friulana tornava a schierare un calciatore cresciuto nel proprio vivaio. L’ultimo fu Fabio Rossitto. Sembra un punto di svolta per l’Udinese, per il calciatore ma anche per il calcio italiano. Se si pensa a quello che poi è stato Gianluigi Donnarumma, in molti si aspettavo che, qualche anno prima, Scuffet potesse percorrere una carriera simile. Purtroppo però così non è stato. Qualche anno più tardi, l’estremo difensore nato a Udine nel 96, ebbe un’altra chance, ma il suo vice, l’esperto Albano Bizzarri, alla fine venne confermato titolare. Ciò costrinse la società friulana a mandare il prestito il suo gioiellino. Ma tra Como, Kasimpasa (Turchia) e Spezia, Scuffet non sembra ancora essere sbocciato del tutto. Di recente alcune indiscrezioni parlano di un interesse dal Torino nei suoi confronti come sostituto di Sirigu. Ma al momento il prodigio del Friuli Venezia Giulia, sembra non poter dare le stesse garanzie.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy