Udinese-Genoa, Marelli: “Non si doveva chiudere la partita sulla parata di Musso”

L’ex arbitro e autore del seguitissimo blog www.lucamarelli.it, analizza la prestazione di Orsato in occasione del rigore assegnato ai rossoblù

di Redazione

L’ex arbitro e autore del seguitissimo blog www.lucamarelli.it, analizza la prestazione di Orsato in occasione del rigore assegnato ai rossoblù nella gara Udinese-Genoa:

“Al minuto 94 e 19, quarantuno secondi alla fine dei 5 minuti concessi, Biraschi cade in area di rigore dopo un contatto con Zeegelaar. L’episodio sfugge a Orsato che viene richiamato alla on field review e, giustamente, l’arbitro concede il calcio di rigore.

Sul dischetto si presenta Pinamonti, il portiere Musso para e subito dopo l’attaccante del Genoa segna la rete del pareggio. Nel frattempo, prima dell’intervento del Var, il cronometro aveva abbondantemente superato il 95esimo. Si doveva chiudere la partita sulla parata di Musso? La risposta è no. Come segnalato in precedenza, il fallo di Zeegelaar è avvenuto al minuto 94 e 19, ampiamente prima dello scadere del recupero assegnato. Se proprio vogliamo trovare una “colpa” di Orsato, questa è l’aver fischiato la fine dopo il pareggio, in realtà avrebbe dovuto far giocare quantomeno i 40 secondi rimasti”.

FONTE www.lucamarelli.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy