Udinese, Gotti: “Conosciamo le caratteristiche del Sassuolo. Cercheremo soluzioni per metterli in difficoltà”

Il tecnico dell’Udinese, Luca Gotti ha parlato alla vigilia della gara contro il Sassuolo

di Redazione
L’allenatore dell’Udinese, Luca Gotti ha parlato alla vigilia del match contro il Sassuolo. La gara contro i neroverdi andrà in scena domani alle ore 20:45 al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Queste le parole del mister bianconero ai microfoni di Udinese Tv:
La partita di domani peserà molto?
“Sappiamo che tutte le sfide sono importanti, poi quando arrivano delle sconfitte la necessità di far punti cresce. Siamo consapevoli che la nostra classifica attuale è deficitaria”.
Contro il Milan buona prestazione ma troppi errori in difesa. Avete lavorato su questo aspetto?
“L’agonismo è imprescindibile nel calcio come negli altri sport. Noi lavoriamo per limitare il più possibile gli errori commessi in fase difensiva, nella marcatura in area, nella costruzione, nella rifinitura, in area di rigore, con lo scopo di migliorare centimetro dopo centimetro e dando per scontato che ci sia la cattiveria agonistica necessaria per vincere”.
Lo scorso anno due vittorie contro il Sassuolo con uno schema ben preciso. Avete preparato la partita anche in funzione di questo?
“Bisogna tenere in considerazione tanto le caratteristiche dell’avversario quanto le proprie, gli spartiti tattici si costruiscono sulla base dei giocatori a disposizione. Il fatto di avere diversi elementi nuovi rispetto allo scorso anno cambia questo aspetto: bisogna cercare di mettere tutti assieme nel miglior modo possibile”.
Nuytinck è pronto al rientro??
“Bram ha una settimana di lavoro in più nelle gambe e si sta lasciando alle spalle le scorie dell’infortunio”.
Lasagna può essere importante in base alle caratteristiche del Sassuolo?
“Premesso che considero Lasagna prezioso in qualsiasi partita, il Sassuolo tiene un baricentro abbastanza alto che lo porta a concedere degli spazi e questo dato potrebbe esaltare le caratteristiche del capitano”.
Che avversario si aspetta?
“È una squadra che lavora da più stagioni con lo stesso allenatore, con un gruppo che si è modificato gradualmente ma assorbendo sempre un certo tipo di caratteristiche molto precise. La sensazione è quella di una squadra in costante crescita, già vista nella scorsa stagione e proseguita all’inizio di quella in corso, permettendole di andare anche a vincere a Napoli. Chiunque scende in campo dà l’impressione di aver ben assimilato i concetti di gioco. Conosciamo i loro tratti caratteristici, noi a nostra volta di trovare le soluzioni per metterli in difficoltà”. 
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy