Udinese, quanti dubbi in mezzo per Gotti

Udinese, quanti dubbi in mezzo per Gotti

Il tecnico  pro tempore, in attesa anche di capire se la società gli sta trovando un sostituto, non avendo lui ancora accettato il ruolo di primo allenatore,  ha già indirizzato la squadra al 3-5-2 con i rientro certi si Becao e Okaka, ma con l’assenza a centrocampo di  Jajalo.

di Redazione

Senza Sema rimane l’emergenza a sinistra per l’Udinese che si appresta ad affrontare la prima squadra della capitale all’Olimpico. La Lazio è slanciatissima in  zona Champions e soprattutto dalla cintola in su ha un potenziale enorme. proprio dove l’Udinese mostra crepe e senza Sema sulla fascia mancina Gotti deve correre ai ripari forzati con Larsen ancora su quella posizione non propriamente sua.

Il tecnico  pro tempore, in attesa anche di capire se la società gli sta trovando un sostituto, non avendo lui ancora accettato il ruolo di primo allenatore,  ha già indirizzato la squadra al 3-5-2 con i rientro certi si Becao e Okaka, ma con l’assenza a centrocampo di  Jajalo.
Proprio in mezzo i grandi dubbi: possibile che oltre a Larsen fuori ruolo, si pensi anche a Opoku a destra pure lui fuori posizione essendo un difensore centrale, ma che può arginare le scorribande della squadra di Inzaghi su quella parte di campo con  Lazzari protagonista . Quindi Mandragora e De Paul e probabilmente Walace.

Davanti Okaka e Lasagna, ma attenzione alla carta Nestorovski forse oggi lievemente favorito sull’ex Carpi che da capitano rischia sempre di finire anche in panchina.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy