Zero gol e Udinese ferma alla casella del via

Una buona Udinese non basta a risolvere i soliti, annosi problemi che affliggono la squadra

di Redazione

Un bel primo tempo in cui sono mancati solo i gol, diverse le occasioni da ambo le parti e se dalla Roma ce lo si aspettava, da parte bianconera c’era qualche timore dopo l’ultima disastrosa prestazione contro lo Spezia. Invece è un’Udinese che si fa vedere e che torna a impensierire l’avversario quando sale in contropiede. I giallorossi cercano di fare la partita, pur concedendo dietro qualcosa, ma l’Udinese c’è: De Paul e Pereyra inventano, peccato però che la squadra non riesca a scrollarsi di dosso la solita, scarsa propensione realizzativa causata delle conclusioni imprecise sottoporta. E’ un attacco divora-gol, non si capisce quindi come mai con ancora zero reti all’attivo non venga impiegato Nestorovski al posto di un Okaka spento e improduttivo.

Nonostante un Dzeko non in forma, forse pagando le vicende di mercato che lo vedevano già lontano dalla capitale, la Roma diversamente dall’Udinese usa bene le occasioni che crea e qui si va all’altro annoso problema dell’Udinese: le amnesie difensive, questa volta di Becao nella ripresa, di cui Pedro approfitta con un potente tiro che nega ai bianconeri il pareggio.

Alle conosciute difficoltà nelle due aree di rigore si aggiungono le tante defezioni, pensiamo a Larsen e Nuytinck, il ritardo di condizione di tanti giocatori, soprattutto dei nuovi arrivati ovviamente, la debolezza delle fasce di aprire le maglie avversarie e un De Paul che spostato nel ruolo di volante basso risulta sprecato, per cui ci si comincia a chiedere se non sia il caso almeno in queste situazioni d’emergenza di disancorarsi dal 3-5-2 e azzardare (non solo negli ultimi minuti) un cambio di modulo che possa dimostrarsi meno piatto e prevedibile e lasciare avanti De Paul e Pereyra.

Margini ce ne sono – il Tucu dà qualità al centrocampo, Owejan è in crescita e Molina ha regalato un pallone d’oro a Okaka che spreca – ora però tocca a Gotti fare le scelte giuste.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy