Pierpaolo Marino: scopritore di talenti per un’Udinese in risalita

Pierpaolo Marino: scopritore di talenti per un’Udinese in risalita

I bianconeri dopo alcune stagioni particolarmente complicate, in cui sono stati invischiati nella bagarre per non retrocedere, si affidano nuovamente alle mani sagge di Pierpaolo Marino

di Redazione
News Udinese, Marino punta Lovera.

Importante novità nell’organigramma societario dell’Udinese. La compagine friulana ha ufficializzato, ieri, l’arrivo di Pierpaolo Marino come nuovo responsabile dell’area tecnica dei bianconeri. Marino succede a Daniele Pradé, quest’ultimo accasatosi alla Fiorentina, e per quanto concerne il direttore tecnico natio di Avellino si tratta di un ritorno in terra friulana, avendo già lavorato all’Udinese dal 1996 al 2004, tranne una breve pausa nel 2001 a causa di alcuni problemi di salute che lo attanagliarono. Marino ha firmato un contratto dalla durata triennale e quest’oggi avverrà la presentazione ufficiale alla stampa. Per quanto riguarda l’Udinese, l’approdo di Marino in società rappresenta un colpo altisonante. Nei suoi confronti è riconosciuta una spiccata esperienza e grande lungimiranza nello scovare giocatori che poi si sarebbero messi in mostra. Nelle sue precedenti esperienze, in altre piazze, Pierpaolo Marino fu l’artefice degli approdi di Allegri, Massara, Dunga, Mauro Esposito a Pescara, a Napoli di Hamsik e Lavezzi, non di certo due qualunque, e durante i suoi trascorsi all’Udinese, permise alla compagine friulana di calcare i prestigiosi terreni di gioco d’Europa, ingaggiando calciatori del calibro di Marcio Amoroso, Tomas Locatelli, Sosa, Jancker, Sensini, Jankulovski, Fiore, Pinzi, De Sanctis, Muzzi, Pizarro ed altri ancora. I tifosi bianconeri conservano un ottimo ricordo del direttore Marino, uomo capace, professionalmente valido ed attento conoscitore di calcio. Il suo modus operandi è alquanto soddisfacente, spiccato l’intuito e mai velate le ambizioni al fine di costruire squadre determinate e vogliose di incidere. I bianconeri dopo alcune stagioni particolarmente complicate, in cui sono stati invischiati nella bagarre per non retrocedere, si affidano nuovamente alle mani sagge di Pierpaolo Marino, uno che, come detto, di calcio se ne intende. Con il suo ritorno in Friuli aspettiamoci un’Udinese competitiva che non vorrà accontentarsi, semplicemente, di mantenere la categoria.

Lorenzo Cristallo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy