Pinzi: “Ritornare a Udine è stata una gioia inaspettata”

Pinzi: “Ritornare a Udine è stata una gioia inaspettata”

Giampiero Pinzi si racconta a Udinews

di Redazione

Giampiero Pinzi si racconta a Udinews:

“Sto ricominciando daccapo. Bisogna saper ascoltare tutti ed essere umili. Mi sono rimesso sui libri, ma va bene perché ho tanta voglia di imparare. La mia caratteristica da giocatore era quella di mordere le caviglie, cosa che ogni squadra dovrebbe avere avere, soprattutto una come l’Udinese che deve salvarsi. Tudor ha dato un approccio diverso perché vuole una squadra guerriera.

I tifosi? Niente potrà cancellare il rapporto speciale che ho con i tifosi dell’Udinese. Sono loro grato, da quando sono arrivato mi hanno sempre sostenuto e amato. Ritornare a casa è stata una gioia inaspettata. Spero di riuscire a trasmettere quei valori che ho sempre cercato di dare da giocatore come l’attaccamento alla maglia e dare il cento per cento, questo è il mio obiettivo principale”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy