Messaggero Veneto: la Zebretta d’oro tra i guantoni di Musso

Il portiere degno erede di grandi numeri uno del passato anche per il premio ideato dal Messaggero Veneto e dall’Auc

di Redazione

Apertura del Messaggero veneto con l’assegnazione del premio Zebretta d’Oro a Musso.

Il solco tracciato nell’era Pozzo da grandi portieri come Claudio Garella e Giuliano Giuliani non si ferma. La diciassettesima edizione della Zebretta d’oro finisce tra i guantoni di Juan Musso che, nell’albo d’oro del premio ideato in tandem dal Messaggervo Veneto e l’Associazione Udinese Club, va a raccogliere l’eredità di altri grandi estremi difensori come Morgan De Sanctis, vincitore nel 2005, Samir Handanovic, primo nel 2009 e 2011 e Orestis Karnezis dominatore nel biennio 2015-2016. Un successo meritato quello del portiere argentino arrivato in Friuli nell’estate del 2018 e che saltò per infortunio le prime nove gare lasciando spazio a Simone Scuffet. Juan è stato senza ombra di dubbio il bianconero più continuo nel corso dell’anno che ci siamo appena lasciati alle spalle e premiato anche con il voto più alto dal pagellone del nostro giornale. È stato un autentico plebiscito per il vero top-player bianconero scelto da 41 dei 53 club chiamati alle “urne”. L’argentino, che è stato l’unico calciatore dell’Udinese a disputare tutte e 36 le partite giocate dai friulani in campionato nel 2019 senza saltare nemmeno un minuto di gioco, era risultato il miglior bianconero in campo in parecchie occasioni e spesso le sue parate erano state decisive per le vittorie-salvezza dell’Udinese. Di errori ne ha commessi davvero pochi: l’unico, e per certi versi clamoroso, quello in occasione della gara casalinga con il Parma di questo campionato quando si fece sorprendere da un tiro-cross da posizione defilata di Gervinho che deviò nella propria porta dando così il là alla rimonta emiliana. Per il resto tante prodezze a cominciare da quella di Verona sul colpo di testa di Stepinski per arrivare a quella dal dischetto su Petagna a tempo scaduto e che consentì all’Udinese di strappare un prezioso pareggio. (…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy