Pizzul: attenzione Udinese, non ci sono squadre materasso

Pizzul: attenzione Udinese, non ci sono squadre materasso

In più stretta aderenza ai prossimi impegni, appare poi quanto meno inopportuno definire le prossime avversarie più malleabili e alla portata dell’Udinese.

di Redazione
Udinese: parla Bruno Pizzul

Bruno Pizzul nella sua analisi settimanale sull’Udinese conferma quanto sosteniamo da tempo: non ci sono squadre materasso quest’anno, l’Udinese deve fare attenzione. “Il campionato continua a raccontare le sue storie che si dipanano in una realtà che spesso si discosta dalle originarie convinzioni, per non dire certezze – si legge sul Messaggero Veneto -. Succede così che in casa udinese si sia costretti a rettificare in maniera netta quanto si dava per scontato e purtroppo in termini non certo positivi. Ecco allora che non ci si può più cullare nell’aprioristica convinzione che i giocatori in organico siano di ottima qualità e comunque nettamente più forti rispetto a quelli di buona parte delle altre squadre; diventa sempre più evidente che, a differenza del solito, stavolta non ci sono almeno quattro o cinque squadre destinate inesorabilmente a finire in coda alla classifica con conseguente retrocessione; scricchiola di fronte all’evidenza dei risultati il convincimento che comunque l’Udinese potrà far valere l’esperienza maturata in 25 anni di continua permanenza in serie A; non si è più tanto sicuri che la famosa tranquillità dell’ambiente friulano sia propizia alla determinazione e volontà della squadra.In più stretta aderenza ai prossimi impegni, appare poi quanto meno inopportuno definire le prossime avversarie più malleabili e alla portata dell’Udinese. Basti pensare al Cagliari che si presenterà allo stadio Friuli forte della sua compattezza e ancor più pericoloso in quanto inviperito per il modo in cui è stato battuto dalla Lazio in una partita di rara intensità”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy